TOUCH

TOUCH

E’ sicuro: dobbiamo ricordare.

Ma cosa? E come?

E’ indispensabile, che l’esperienza della Memoria sia un inizio di un nuovo percorso di una responsabilità  e cittadinanza attive. Dobbiamo definire la qualità dei nostri ricordi e la nostra capacità di trasmettere la memoria alle future generazioni senza delegare al Web, ai nostri musei, alle pietre il compito di ricordare per noi. Le giovani generazioni vivono un presente astratto: è necessario aiutarle a diventare consapevoli, a  rendere concreto il significato della Memoria creando un legame emotivo ed empatico tra chi ricorda e le cose e le persone ricordate.

Il progetto TOUCH è un modo di guardare al futuro attraverso il passato, l’idea che la memoria può essere una sorta di antidoto al rischio che la storia possa ripresentarsi con i suoi peggiori fantasmi.

- TOUCH cerca consapevolezza, chiede responsabilità e interazione sulla qualità della memoria. Vuole coinvolgere la sfera delle emozioni per creare un terreno fertile per un profondo radicamento della Memoria e sfruttare l’opportunità di comprendere le lezioni della storia.

TOUCH non è una declinazione della possibilità di ricordare, piuttosto un continuo interrogarsi sulla necessità di farlo e di come farlo.

TOUCH cerca di ri-costruire una comunità culturale in grado di vedere e non solo guardare, con la volontà e il desiderio di conoscere e di capire. Tuttavia rende metaforicamente possibile un piccolo miracolo: possiamo resuscitare le parole e le persone, dando loro la luce, dando loro la vita.

Il progetto prevede:

  • l’edizione di un libro interattivo che affronta in una maniera innovativa ed unica la dimensione del ricordo e del rapporto tra un giovane che ricorda ed un coetaneo ricordato, scomparso nella notte della tragedia della Shoah
  • l’edizione di una serie di schede interattive da utilizzarsi nelle scuole per percorsi didattico/educativi e di sensibilizzazione sulla dimensione della Memoria. Ogni scheda conterrà informazioni sui ragazzi morti nei campi di concentramento, una serie di testi specifici e un colloquio con il nipote del primo deportati nei campi di concentramento della nostra regione. I fogli sciolti, abbinabili a coppie, permetteranno agli insegnanti di organizzare un lavoro ottimale all’interno delle classi scolastiche. Libro e schede saranno contenuti in una scatola di cirmolo profumato, realizzata appositamente per il progetto, un modo per amplificare, anche nella confezione, l’idea del valore emozionale della Memoria.
    • L’intero progetto è stato realizzato insieme a tre classi di studenti in Trentino e Alto Adige / Südtirol: L’Istituto Grafico Pavoniani di Trento, il Liceo Artistico Giovanni Pascoli di Bolzano e l’Istituto per il Legno di Tesero. Libro, schede e mostre TOUCH vogliono esplorare la possibilità di immaginarsi ed organizzare una nuova strategia più organica, sistematica e di comunità rispetto all’educazione ed alla formazione, ricercando, contemporaneamente, maggiore consapevolezza ed una più completa e responsabile cittadinanza attiva dei nostri giovani.

    .. .. .. .. .. ..

    TOUCH
    Type of binding LOOSE SHEETS and HARDCOVER BOOK IN WOODEN SLIPCASE
    Photographers PIERO CAVAGNA | GIULIO MALFER Contributors ANTONIO AUTIERO | PAOLO GHEZZI ( LS | B ) | ANDREA ZANOTTI ( LS ) Date and Place of publication 2017 | TRENTO ( ITALY ) Dimensions 147mm x 215mm ( LS ) | 145mm x 193mm ( BOOK ) Printrun LOOSE SHEETS: LXV SE Signed, Numbered – 192 Limited Edition Signed, Numbered BOOK: 192 Limited Edition Signed, Numbered – 65 Artist Proof Signed | Numbred Type of paper GardaPat 13 KIARA g 200 ( BOOK ) Number of pages 22 LOOSE SHEETS | 40 PAGES ( BOOK ) Type of printing OFFSET WITH THERMOCHROMIC INK ( LS | B ) and UV PAINT ( B )
    Number of pictures 22 ( LS ) | 12 ( BOOK ) Printer LITOGRAFICA EDITRICE SATURNIA, TRENTO ( ITALY ) Publisher SELF PUBLISHED Designer PIERO CAVAGNA | GIULIO MALFER Language ITALIAN | ENGLISH Price 88 EUROS ( LOOSE SHEETS ) – 88 EUROS ( BOOK ) Summary TOUCH is the story of a trip of girls and boys with the Memory Train to Auschwitz and Birkenau extermination camps, a journey where each girl and boy choose a matching peer among those turned to ashes and smoke in the black hole of the lagers in Poland, many years ago, then wrote their names on a cotton lint keeping them as close friends to be remembered forever.TOUCH is an interactive photowork, the journey that goes on with the strong caress required to bring back to life the face of the victims from the black boxes that cover them on the pages. Even the words in the photobook are not simple to find and require an effort: searching for light to bring them back to light. TOUCH is a collective work started from a project by Piero Cavagna and Giulio Malfer and made with an hundred girls and boys from highschool in Trentino – Alto Adige / Südtirol. TOUCH is kept in a wooden scented box because Memory and sympathy are a motion of emotion



    Acquista / Buy now

    Book or Loose sheets